europe-sea-death-migrants-war-inequality. Le morti dei migranti nel Mediterraneo

Ho letto quest’interessantissimo articolo sul Guardian riguardo alle morti dei migranti nel mediterraneo.

Migranti morti mediterraneo
http://www.theguardian.com/commentisfree/2014/oct/09/europe-sea-death-migrants-war-inequality

Ho letto quest’articolo molto interessante sul Guardian sulle ondate di morti nel mediterraneo e l’immigrazione. Non posso più tenere gli occhi chiusi. E dobbiamo superare il nostro senso di impotenza. In sintesi l’articolo dice che la vera ragione sta nella terribile ineguaglianza tra nord e sud del mondo, e che sappiamo esattamente come risolvere questa ineguaglianza. Per mezzo di una trasformazione radicale del nostro capitalismo sfrenato e un abbandono delle energie fossili che creano guerre e ingiustizie umane e planetarie. Solo che non lo vogliamo. Alla fine sono andata a comperarmi su amazon l’ultimo libro di Naomi Klein (settembre 2014) this changes everything, e sono molto curiosa di leggerlo. (Esiste anche la traduzione italiana, gennaio 2015: Una rivoluzione è possibile. Perchè il capitalismo non è sostenibile).

Penso al corso U.Lab di Otto Scharmer che ho appena fatto U.Lab: Transforming Business, Society and Self, dove parla di Social Divide, la separazione tra io e gli altri. È qui la questione. Le morti dei migranti nel mediterraneo non sono accettabili (è un risultato collettivo che nessuno di noi a livello individuale vuole, ma che in un qualche modo singolarmente contribuiamo a creare. Cosa posso fare io? Come sto contribuendo personalmente a questa situazione collettiva? Questa è la mia grande domanda.

Aprendo forse uno spazio per la trasformazione? (Holding a space for the transformation). Creare uno spazio per la trasformazione dentro di me, nel mio cuore. Forse. Ma non è sicuramente sufficiente. Voglio guardare come io contribuisco a questo capitalismo sfrenato che crea queste ingiustizie sociali e guerre, la causa di fondo per queste morti nel Mediterraneo. Quello che è chiaro è che non voglio chiudere iU absencing miei occhi ( sarei nella curva U dell’Absencing nel blinding, essere ciechi, di Otto Scharmer).

Systemic Transformation (personal and social) in times of crisis and chaos

systemic transformation personal and social

systemic transformation personal and social

 

7 days experiential learning event

Date: May 2016

Creating the spaces for transformation is the opening process.  The personal transformation happens when the wound becomes a gift. The social transformation happens whith the transformation of the relationship: when the “I” becomes a “We”.

 

For Erasmus+ grant: PIC number of Aura Sviluppo Sostenibile 946381277.

Video della Grundtvig Learning Partnership Systemic Transformation

Guarda il video ufficiale del progetto europeo a cui abbiamo partecipato Grundtvig Learning Partnership “Enhancing Systemic Transformation in Times of Chaos and Crisis”.
Il link alla pagina ufficiale del progetto http://www.estineurope.wordpress.com

Enhancing Systemic Transformation – Sustainable Learning in Times of Chaos & Crises from Mare on Vimeo.

Piattaforma online collaborativa

Ho trovato questa piattaforma collaborativa online gratis che mi sembra possa fare proprio al caso nostro per la co-creazione dei nostri corsi. Check it out!

I found a collaborative online platform that we could use for our learning course in the project for sustainable women entrepreneurship: It is moodle (www.moodle.org). I am checking this out but it seams it fits for us. If I understood it well, it is free. http://school.demo.moodle.net/

Resoconto fotografico incontro percorso interiore

Ieri abbiamo avuto il bellissimo incontro di chi è in cammino: il tema era sul percorso interiore nella psicosintesi transpersonale. Come sempre nella splendida cornice di Ciaramiti (in Calabria, a 4 km da Tropea). Musica classica, meditazione, riflessioni personali annotate sul proprio quaderno, condivisione a gruppi di due e poi nel cerchio grande; soli nella natura e ispirazioni che nascono dal contatto con la natura; esercitazioni di disidentificazione da se e identificazione con la propria parte spirituale interiore, esercitazioni nell’abilità di soddisfare i propri bisogni con l’apporto di energia spirituale; mangiare insieme vegetariano; godersi il sole, la natura; la gioia di sentirsi in un gruppo protetto; il coraggio di mostrarsi come siamo veramente, il supporto del gruppo che crea un contenitore di fiducia e di protezione. La passione di ciò che faccio, il sentirmi profondamente viva; viva e piena di gratitudine per ciò che accade. Grazie o Eterno. È stato bellissimo! E grazie a tutti voi che avete partecipato con gioia!

vistapanoramicaconstromboli vistapanoramica

Particolari a contatto con la natura

Particolari a contatto con la natura

Particolari

Particolari

Partecipanti sul terrazzo

Partecipanti sul terrazzo

Partecipanti sul terrazzo

Partecipanti sul terrazzo

Limoni

Limoni

In giro a contatto con la natura

In giro a contatto con la natura

preparativi_pranzo2 preparativi_pranzo pianosnack

In attesa della pausa pranzo

In attesa della pausa pranzo

Il gruppo esperienziale

Il gruppo esperienziale

Il gruppo

Il gruppo

Gruppo di lavoro sulla disidentificazione da se

Gruppo di lavoro sulla disidentificazione da se

Gruppo esperienziale

Gruppo esperienziale

Esercitazioni di disidentificazione

Esercitazioni di disidentificazione

Esercitazioni di disidentificazione

Esercitazioni di disidentificazione

Due sedie vuote per l'esercizio di disidentificazione

Due sedie vuote per l’esercizio di disidentificazione

Dall'interno del salone

Dall’interno del salone

Commuoversi con la natura

Commuoversi con la natura

Lo splendore del paesaggio

Lo splendore del paesaggio

La bellezza della natura è il contesto per il nostro lavoro esperienziale

La bellezza della natura è il contesto per il nostro lavoro esperienziale

La bellezza della natura è il contesto necessario per il nostro lavoro esperienziale

La bellezza della natura è il contesto necessario per il nostro lavoro esperienziale

La vista panoramica con Stromboli in fondo

La vista panoramica con Stromboli in fondo

Vista Stromboli

Vista Stromboli

Creiamo spazi di coraggio, fiducia, apertura e di apprendimento nella natura

Perchè facciamo tutto questo? Ecco quello che ho scritto oggi nella nostra prima newsletter ufficiale:

Siamo impegnati a fare crescere quella nuova consapevolezza nelle persone e nella collettività che può creare un positivo futuro sostenibile. Siamo specializzati nella trasformazione personale e sociale culturale. Ci siamo impegnati ad aiutare le persone e la comunità a vedere e sperimentare le cose da quel livello che sta oltre tutte le separazioni, divisioni e frammentazioni, il livello del “tutto”, e impariamo insieme ad agire dal Tutto, con Amore. Creiamo spazi di coraggio e di fiducia e spazi di apprendimento nella natura per chi è in cammino e si sente agente di cambiamento.

Ecco, questo è importante: creare spazi di coraggio e fiducia. Perchè abbiamo tutti bisogno di coraggio e di fiducia per fare il proprio passo nella nuova consapevolezza ed agire da questa nuova consapevolezza.

Ho poi aggiunto un’altra cosa: Proseguono i nostri incontri di ispirazione e condivisione esperienziale per chi è in cammino. Vogliamo dare coraggio a chi si sente agente di cambiamento, creando uno spazio di fiducia e di apertura per le proprie riflessioni personali e offrendo uno spazio di apprendimento nella natura. E’ come sempre un incontro esperienziale dove puoi essere con te stessa/te stesso e riflettere sul tuo percorso interiore e come agisci nella tua vita.

La natura è parte integrante dell’incontro perchè sappiamo per esperienza l’aiuto che può dare la natura come ispirazione per la vita e per ricaricare le proprie batterie quando ce ne è bisogno.

Spazi di coraggio, spazi di fiducia, spazi di apprendimento nella natura: sono queste le parole chiave. E tutto questo per chi? Per coloro che sono in cammino e che si sentono agenti di cambiamento. Che le nostre anime possano essere sempre con noi. Quando siamo soli e quando siamo in relazione con gli altri… e quando lavoriamo. Perchè il lavoro per me è qualche cosa di sacro…

Prossimo incontro: il percorso interiore nella psicosintesi transpersonale

percorsointeriore nella psicosintesi transpersonaleScarica la locandina (pdf) 

Ti invitiamo al nostro prossimo incontro a Ciaramiti “il percorso interiore nella psicosintesi transpersonale”. E’ come sempre un incontro esperienziale dove puoi essere con te stessa, te stesso e approfondire il tuo percorso interiore. Siamo nella splendida cornice di Ciaramiti, a 4 km da Tropea, in un posto magico, immerso nella natura. La facilitatrice è Elena Franzini, senior trainer di psicosintesi.

Chiama 349-1963178!

Questi sono i temi:
– Il passaggio da fuori a dentro
– Riflessioni e ispirazioni “solo in natura”
– Il movimento interiore verticale
– Entrare nel tuo spazio sacro
– Esercizi personali di identificazione e disidentificazione
– L’apporto di energia spirituale alla realtà di tutti i giorni.

L’incontro è riservato a massimo 12 partecipanti.  Dalle 10.00 alle 19.00, quota di partecipazione: 80,00 Euro (pranzo incluso)

Chiama 349-1963178!

Se vuoi approfondire il tema guarda la presentazione su SlideShare che ho fatto e che è già stata vista più di 8000 (!) volte. E’ il materiale didattico che avevo dato ai partecipanti del corso di counselling psicosintetico triennale a Milano nel mio seminario anni fa.

Percorso interiore per il Counsellor Socio-Aziendale from franzini

Chiama 349-1963178!

Sensing Whole – Project summary

Sono felice di presentarvi il summary del nostro progetto Europeo che abbiamo appena presentato. Fa parte dell’Erasmus +, mobilità (=viaggi) per gli adulti.

Project Summary “SENSING WHOLE”

Project Title: SENSING WHOLE – Facilitating the emergence of participatory skills (Erasmus+,  KA1 – Learning Mobiliy of Individuals / Action Mobility of learners and staff / Action Type Adult Education staff mobility)

Project Summary

The most important thing going forward is to break the boundaries between people so we can operate as a single intelligence. The task is to find ways to break these boundaries. This is true especially in our local rural reality of Calabria in South Italy, but also at national level in Italy and at European level. The basic problem we face is fragmentation and isolation, seeing separateness where there is actually wholeness and we don’t know how to work together and at the same time give voice to our authentic self. We are stuck in a system of dysfunctional conversational patterns of blaming others and not really listening. We need to exercise ourselves in seeing and valuing the world of our relationships.

The project has three objectives: 1) learn participatory methodologies to integrate in curricula and develop new curricula (also in English). It is about learning how we can give voice and visibility to the world of relationships and how we can work together with a unity of intent; 2) learn how to assess an organisation’s culture with measuring tools for the cultural assessment of groups, organisations, schools, communities, regions, and learn how we can sustain the cultural evolution for unleashing human potential; and 3) strengthen the European identity and awareness of the participants and organisation and improve the capacity to work internationally in future joint projects in the field of transformational change and learning, and cultural assessment.

Aura Sviluppo Sostenibile is an adult education organisation based in Ricadi, in the southern Italian region Calabria. We are sending in this project staff members of our organisation who are very motivated and skilled educators. They are selected because they have skills to integrate the new learning experiences in the curriculum and develop new innovative curricula. The participants will learn with these mobilities the participatory methodology of Art of Hosting which is a highly effective way of harnessing collective wisdom and the self-organizing capacity of groups of any size. In the specific in these mobilities the participants will focus on the collaborative methods of Art of Hosting, Participatory Leadership, Conversation that matter, and Non Violent Communication. The participants can tailor then this collaborative approach to the context and purpose of the organisation. The length of the project is 2 years. The project envisages the participation to 5 trainings abroad for 9 participants. The project starts with the attendance in Croatia at the international conference “Change Maker Festival” on Trasformative Learning of the IPTL International Partnership of Transformative Learning, (which was developed in a past Grundtvig project). This international conference will then in 2015 take place in Calabria. The second mobility will take place in the United Kingdom, participating to the CTT Cultural Transformation Tools training at Barrett Values Centre to learn how to use concrete measurement tools to assess organisation’s culture and be certified in CTT tools. The last three activities will be in Slovenia for learning Art of Hosting with the participation to 3 very theme-specific trainings on Art of Hosting. Mobility agreements and learning agreements are prepared with the participants to ensure the quality and the recognition of the mobility activities. We use the Europass for the recognition of the competences learned in the mobilities, to make the results more visible and to boost transparency and visibility of the European mobility experiences and validate the competences acquired, raising in that way the quality of lifelong learning programmes. Mentoring is also available for the participants, improving the quality of the learning experience.

Concrete results are the capacity to work with the collaborative and participative methodologies of Art of Hosting, learning how to be together and how to work and learn together; a further result is the capacity to assess an organisation’s culture with values-based tools. The envisaged impact at the local and regional level is the evolution of the organisation’s culture, and the knowledge that trust and respect can be facilitated. Another very important result is also the widening of the European horizon of the participants, personally and professionally, and of the organisation, creating a strong European identity.

But the most important potential longer term benefit is that mixing together people of different European nations gives the feeling that we are one unique citizenship, and we experience that there is a level above all separations, all differences and divisions, the level of the whole, with unity of intent.  We take the inspiration for our activities and acting at local, regional, national, European and international level from this level of the whole: Sensing Whole is the name of the project and sensing whole is to change the level we are acting from.

Organisational culture, transformation of whole systems, and unleashing human potential.

Una bellissima presentazione di Richard Barrett Values Centre su SlideShare.

Organisational culture, transformation of the whole system and unleashing human potential.

Ecco il link della presentazione (in inglese)….

http://www.slideshare.net/BarrettValues/unleashing-human-potential-for-performance-and-profit-28405909

E’ tutta da studiare. Comunque ho scritto i principali spunti per me:

Cultural evolution begins with personal evolution. The culture of an organisation is a reflection of leadership consciousness.

  • The culture of an organisation is a reflection of leadership consciousness – the stage of psychological development that the leaders have reached.
  • Cultural transformation begins with the personal transformation of the leaders. Organisations don’t transform, people do.
  • Measurement matters: whatever you measure (focus your attention on a regular basis) tends to improve.

The values are a shorthand method of describing our individual and collective motivations and what is important to us.

Values can be positive or limiting. Positive values: trust, creativity, passion, honesty, integrity, clarity.

Potential limiting values: bureaucracy, power, blame, greed, hierarchy, status-seeking.

The four pillars are Conscious Leadership, Conscious Culture, Stakeholder Integration and Higher Purpose supported by Core Values.

Arriva in Italia il programma per donne leader: CIYO – Ho un appuntamento con me stessa

CIYO Italia - Ho un appuntamento con me stessa Finalmente arriva anche in Italia il programma globale per donne leader, unico nel suo genere, CIYO – Coming Into Your Own: Ho un appuntamento con me stessa.

• 23-26 settembre 2013 • CIARAMITI RETREAT- Casa Meraviglia • Tropea, Calabria •

Che cos’è Coming Into Your Own (CIYO) – Ho un appuntamento con Me stessa?
E’ un programma globale, unico nel suo genere, di sviluppo personale e di leadership per donne leader.Molte donne scoprono che nel loro lavoro hanno sviluppato solo una parte di chi sono, mentre hanno lasciato indietro aspetti vitali di se stesse, oppure raccontano di sentirsi vuote, burned out oppure non hanno fiducia in se stesse malgrado abbiano raggiunto significativi successi all’esterno.

Questo settembre unisciti ad un esclusivo piccolo gruppo di donne leader che osano affrontare il proprio lavoro con presenza, coraggio ed amore.

All’Appuntamento con me stessa approfondirai il tuo essere leader donna. Incontrerai donne che scelgono la libertà di essere chi sono veramente. Che vogliono progettare la vita che vogliono vivere, che vogliono essere.fiduciose in se stesse e vogliono essere coraggiose e audaci! Attingerai alla forza della comunità, creerai un tuo contesto per le tue intenzioni e per le tue azioni … perchè… un vero cambiamento richiede vere partnership. Unisciti ad una comunità di donne dinamiche. Applicherai nuovi skills che ti preparano a modellare il futuro del tuo progetto, dell’organizzazione, della comunità, della tua vita.

• Tutte abbiamo qualcosa da imparare e qualcosa da insegnare •

Vieni pronta a condividere la tua storia personale e la tua esperienza. Qui a CIYO – Ho un appuntamento con me stessa siamo tutte persone che imparano continuamente e che allo stesso tempo abbiamo tanto da insegnare. “Everyone is both learner and teacher”.

Il programma CIYO – Ho un appuntamento con me Stessa, coinvolge le dimensioni fisiche, intellettuali, emozionali e spirituali di ognuna. Guardiamo come ogni donna ha guidato la sua vita privata e professionale, quali sono state le sue lotte e i suoi successi.

• Skill building •

CIYO – Ho un appuntamento con me stessa utilizza un processo simbolico innovativo per percepire l’attuale momento attraverso quattro posizioni fondamentali di leadership (Intuizione, Verità, Prospettiva, Scopo) e lo riformula in modo da rilasciare il potenziale latente. Lavoriamo insieme per identificare le sfide attuali, affrontiamo le barriere per andare oltre e per oltrepassare la soglia… Tutto questo in un ambiente che sostiene, un ambiente confidenziale e nutriente.

• Comunità •

I nostri gruppi sono intenzionalmente piccoli per fare sì che le conversazioni siano personali, i dialoghi ricchi e che il potere di trasformazione del cerchio possa emergere. Il container di CIYO – Ho un appuntamento con me stessa è strutturato ma è anche emergente, è insegnamento ma è anche apprendimento alla pari, è riflessione ed è azione, realtà, soggettività, immaginazione, sensibilità e spontaneità. E’ un ambiente confidenziale che invita, che nutre, che provoca, che emoziona e arricchisce.

• Quota di partecipazione •

Quota di partecipazione:

  • Imprese (oltre 10 dipendenti) EUR 1.600 + Iva
  • Amministrazioni Pubbliche, No-Profit, microimprese (fino a 10 dipendenti) EUR 1.000 + Iva
  • Privati EUR 600,00 + Iva

Donazione (opzionale) Dai l’opportunità a chi ha problemi per la quota facendo una donazione.

Scarica la locandina (pdf) Nella locandina troverai le informazioni sulle quote e le informazioni sulla faculty.

Ulteriori informazioni su Ciaramiti Retreat – Casa Meraviglia

Contattaci

Iscriviti online con Eventbrite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: